Il Mio Bassotto Non Vuol Fare il Bagno: Cosa Faccio?

0
2486

Se ora con il calduccio che cicloni ed anticicloni avete aspettato la sera pensando “Oggi porto il mio cane a fare il bagno con me!” molto probabilmente avete finito con lo sorprendervi davanti alla reazione del vostro piccolo bassotto.

Che, per una volta, ha probabilmente smesso i panni di cane coraggioso ed intrepido per indossare quelli (molto più balneari) di tenerissimo fifone che vi guarda con gli occhi sbarrati sperando che non lo abbiate portato lì per fare davvero quello che lui immagina: il bagno.

Fare il bagno al mare con un bassotto: si può?

Prima di lanciarvi nell’avventura di un’estate al mare con il vostro bassotto, dovete provare a pensare che – come per le persone – non tutti i cani amano l’acqua e non tutti i bassotti sono dei nuotatori olimpionici.

Perché, se alcuni sono in grado di vivere l’esperienza del bagno al mare meglio degli altri divertendosi come raramente potrebbe capitare fuori dall’acqua, altri potrebbero finire per andare a fondo come dei piccoli sacchi di patate ricordando il bagno al mare come un’esperienza tutt’altro che piacevole.

La soluzione migliore per portare il cane al mare è come sempre quella di sforzarsi al massimo per renderla un’esperienza divertente evitando gesti che possono rovinarla in maniera semi-irrimediabile come il “semplice” gettare il cane in mare per vedere come fa.

Se il vostro bassotto ha poi anche degli altri amici cani che sapete essere dei felici nuotatori, allora un’altra buona idea sarebbe quella di  farli andare al mare insieme per le prime volte in modo che anche lui o lei capiscano che fare il bagno può essere molto divertente.

Come convincere un bassotto ad entrare in acqua

La soluzione dei vostri problem – ammesso che il vostro cane non sia già di suo un amante del mare azzurro – sta nel farlo sentire il più a suo agio possibile. Incominciate sedendovi non troppo vicino all’acqua, cercando un punto nel quale vi sembra che il vostro cane si senta bene e non minacciato dalle onde in arrivo.

Portare i vostri snack – premio ed il clicker (se lo usate per l’educazione del vostro bassotto) e ricompensatelo con un “Si” amorevole ed un premio ogni qual volta lo vediate rivolgere i suoi occhi verso l’acqua.

Se poi lo vedere muoversi in direzione del mare, allora ancora un click, un “Sì” ed un premio cercando di rendere queste sessioni di “educazione a fare il bagno” corte e dunque profittevoli.

Il segreto, in questo caso, è infatti quello di fare micro-progressi sessione dopo sessione cercando di non dimenticare mai di complimentarsi con il cane e fargli capire tutto il grande lavoro fatto. Fino al momento in cui, passo dopo passo, non avrà più paura di mettere le sue zampette in acqua.

In conclusione

Certo, ci piacerebbe promettervi ricette miracolose per trasformare il vostro bassotto in un Labrador in poche e semplici mosse – ma la verità è che non tutti nascono amanti del mare e non tutti, per quanto caparbiamente ci si provi, riescono a diventarlo.

Evitate di forzare il vostro cane a fare il bagno, stategli sempre accanto e ricompensatelo ogni volta che lui cerca di fare il possibile per accontentare la vostra voglia di vederlo bagnato. Anche se voi potreste non accorgervene, credeteci, il vostro cane potrebbe star facendo davvero dei sacrifici enormi per dimenticare le sue paure e regalarsi il piacere di veder un sorriso nascere sulle labbra del proprio padrone.

Vi è piaciuto questo articolo? Avete Facebook? Allora non dimenticate lo straordinario social-concorso lanciato da CaneBassotto.it per i suoi amici lettori e partecipate subito all’estrazione di 100€ in buoni per fare spese online! – Leggete qui il regolamento.

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO